lunedì 1 luglio 2013

Il ciclismo: benefici e attrezzatura

Il ciclismo è un sport che consiste nel percorrere distanze più o meno lunghe in bicicletta. E' uno sport salutare, ha pochissime controindicazioni ed è adatto a tutte le età. Di seguito vengono presentate le principali caratteristiche di questo sport e l'attrezzatura per poterlo praticare comodamente ed in sicurezza.

Il ciclismo: benefici e attrezzatura


Le tipologie di biciclette

Il ciclismo viene praticato mediante l'ausilio di tre tipi di cicli:
  • Le biciclette comuni da città, in vendita a prezzi economici nei maggiori supermercati e rivenditori autorizzati. I prezzi partono da alcune decine di euro fino ad arrivare a diverse centinaia di euro per le biciclette più belle.
  • Le Mountain-bike, adatte a percorrere terreni accidentali, come strade di campagna, sentieri, boschi. Anche qui ce ne sono di una vasta gamma di prezzi diversi.
  • Le biciclette da corsa, idonee a viaggiare su strade asfaltate, fuori città. Il costo parte da poche centinaia di euro fino ad arrivare a diverse migliaia di euro per le biciclette più leggere e professionali.
  • Le biciclette da pista, usate solo sul ciclismo su pista.


I benefici del ciclismo

Il ciclismo è uno praticabile a tutte le età. Non ha controindicazioni particolari ed è adatto anche a chi è in forte sovrappeso in quanto il peso corporeo viene scaricato sulla bicicletta senza gravare sulla colonna vertebrale, come avviene ad esempio nella corsa.
E' uno sport che non richiede una grossa cifra di investimento. Con poche centinaia di euro si può comprare una bicicletta da corsa o una mountain bike per allenarsi senza problemi.
Il carattere affascinante del ciclismo è la sua natura panoramica. Ci si può recare in montagna e ammirare la profondità delle vallate, respirare aria buona, immergersi nella natura e rilassarsi in mezzo ai prati e ai boschi. I più allenati potranno anche puntare alle vette delle montagne, per ammirare il paesaggio ancora innevato in estate, con i laghi ghiacciati e le foreste di conifere.
E' un ottimo sport per rilassarsi dallo stress quotidiano. In estate, poi, una bella pedalata può regalare un po' di aria fresca, senza ricorrere ai condizionatori.
E' però uno sport non completissimo perché allena soprattutto la parte inferiore del corpo. Solo la mountain bike, se utilizzata su strade sterrate e tortuose coinvolge in maniera pesante anche braccia, petto e schiena.
Però si può sempre integrare la bicicletta con un po' di allenamento in palestra, senza aumentare troppo la muscolatura, altrimenti ne verrebbero compromesse le prestazioni.


L'attrezzatura del ciclista

Per piccoli spostamenti, l'attrezzatura utile è:
  • Un casco per biciclette. Anche se in Italia non è obbligatorio, è sempre meglio indossarlo per sicurezza. Una caduta a 50 km orari da una discesa ha effetti disastrosi.
  • L'impianto di illuminazione, soprattutto per chi si muove di sera. Una dinamo o un faro a pile sono equivalenti. E' fondamentale avere almeno la luce posteriore (per farsi notare dalle auto che arrivano da dietro), ma è meglio dotarsi anche di luce anteriore.
  • Una borsetta per posare eventuali oggetti, come fazzoletti, telefono, chiavi.
  • Un lucchetto, se occorre lasciare la bicicletta incustodita.
Chi macina decine o centinaia di km in bicicletta per giro, deve provvedere anche ad altre cose:
  • Una o due camere d'aria, da utilizzare in caso di foratura.
  • Le chiavi per rimuovere il copertone della bici.
  • Una chiave inglese per tirare giù la ruota posteriore, se non è dotata di sgancio rapido.
  • Una pompa per gonfiare la camera d'aria.
  • Una borraccia per l'acqua.
  • Una chiave multiuso a brugola o un set di chiavi inglesi, compatibili con le viti e i bulloni della bicicletta.
  • Una tuta da ciclismo, con le dovute imbottiture, per garantire la comodità nei viaggi lunghi.

Nessun commento:

Posta un commento